Michele Capasso (SIVAE): come per l’orsa Caterina, mettere in campo competenze veterinarie specializzate è stato determinante.

Martedì scorso, la tigre Rambo – esemplare maschio di quindici anni sotto sequestro dal 2007 – è stata curata e trasportata in una sede idonea ad ospitarla. Come l‘Orsa Caterina, Rambo si trovava a Ditellandia Park, una struttura di Mondragone (Caserta) non più autorizzata alla sua detenzione e, come Caterina, anche Rambo ha dovuto ricevere adeguata assistenza veterinaria prima di essere trasferita svariati chilometri più a nord, nel Centro di recupero per fauna esotica e selvatica di Semproniano (Grosseto).

Anche questa volta è entrata in azione una equipe di medici veterinari specializzati composta da Michele Capasso (SIVAE), Piero Laricchiuta (SIVASZOO)- già componenti del team d’intervento sull’orsa- e dai Medici Veterinari delle strutture di partenza Dario Doriano(Ditellandia) e Marco Aloisi (Centro di Semproniano); a completare la super équipe medica, il Collega Umberto Cara (consulente Cites Roma).

“Questa volta si è trattato di intervenire su un animale oggetto di sequestro- spiega Michele Capasso- in una cornice diversa da quella di Caterina sotto numerosi aspetti. Dal punto di vista sanitario, Rambo presentava speroni allungati, come spesso può verificarsi nei felini, ma che avevano già causato una zoppia e che avrebbero potuto aggravare il quadro per la tendenza ad incurvarsi. L’esemplare era sofferente e bisognoso di assistenza sanitaria per scongiurare i rischi propri di questo stato- spiega Capasso-  come la perforazione della pelle con conseguenti infezioni che possono degenerare fino ad intaccare la struttura ossea”.

L’intervento chirurgico ha necessariamente richiesto  (v. foto di Rambo in sedazione) l’équipe veterinaria, che ha tenuto Rambo sotto stretto monitoraggio, fino al buon esito finale.
Il personale del Servizio CITES Centrale e CITES di Napoli del Corpo forestale dello Stato ha provveduto ad eseguire il trasferimento avvalendosi, come per Caterina di un servizio specializzato in trasporti di esemplari esotici e protetti.

Rambo appartiente alla Panthera tigris ed era stato sequestrato ad un circo dal Servizio CITES di Napoli nel 2007 per il reato di maltrattamento e detenzione illegale.
Un comunicato della Forestale, riferisce che “l’operazione di trasporto si è conclusa in giornata e la tigre ha affrontato e superato il viaggio senza particolari problemi, mostrando già all’arrivo buone condizioni di salute”.  Come per l’orsa Caterina, anche l’operazione-Rambo ha visto il supporto e la collaborazione dell’associazione Animals Asia Foundation.

La tigre è stata  sempre oggetto di attenzione da parte delle amministrazioni competenti, il Ministero dell’ambiente insieme al Corpo forestale dello Stato, che  hanno provveduto a individuare una struttura di custodia alternativa a quella originaria, che potesse garantire all’animale ogni necessaria cura ed un ambiente idoneo a soddisfare le sue esigenze psicofisiche. Grazie all’ausilio “di uno staff di medici veterinari specializzati in fauna esotica, è stato possibile trasportare in sicurezza il grande felino, appartenente ad una specie pericolosa per la pubblica incolumità, garantendo allo stesso il massimo livello di benessere. In poche ore l’esemplare, mediante l’impiego di un mezzo di trasporto idoneo al trasporto di animali pericolosi, ha raggiunto la sua nuova casa”.